Villa del Casale, visita ad una villa Romana

colonna villa del casale

Villa del Casale: Stupendo edificio abitativo risalente al IV secolo (probabilmente edificata intorno al 350 A.C.), si trova a pochissimi km da Piazza Armerina (EN).

Villa del Casale può essere considerata una dei più belli esempi, in Italia,  di dimora residenziale. Ci sono diverse correnti di pensiero per quel che riguarda la proprietà della villa: alcuni pensano sia appartenuta a un aristocratico governatore di Roma, altri pensano sia appartenuta a un funzionario dell’impero forse Marco Erculeo (teatrarca di Diocleziano). Lo scavo che l’ha portata alla luce è avvenuto a metà del XX secolo.

La villa del Casale è composta da 3500 metri di mosaici, oltre a strutture architettoniche come: Colonne, Statue, Capitelli. Gli stili con cui sono composti i mosaici sono differenti, alcuni con chiara influenza africana. Il sito è stato riconosciuto come patrimonio dell’Unesco. E’ sicuramente una delle tappe da considerare in un viaggio in Sicilia.

Valle dei Templi

La Valle dei Templi si trova nella provincia di Agrigento, è un sito archeologico molto importante. Infatti, in questo sito, sono presenti ben 12 templi dorici risalenti alla dominazione dei Greci in Sicilia ( VIII-III sec. A.C.). I templi si trovano in un ottimo stato di conservazione e questo fa della Valle dei Templi una delle più grandi bellezze della Sicilia.

Porta urbica

Porta di accesso alla fortificazione di Ortigia risalente al V sec. A.C.. Le fortificazioni, ai tempi, costeggiavano tutta la città antica, arrivando al castello Eurialo. Rimangono del portale solo la base di due torri che formavano l’ingresso. Sito archeologico molto importante, in quanto è l’unico in cui si trova traccia delle antiche fortificazioni.

Foro siracusano

Posto ricco di storia, una volta era l’ agorà cittadina poi venne trasformato in foro Romano. Ad oggi i resti si trovano all’interno di un giardino pubblico che chiude Corso Umberto I. Tutto quello che rimane del foro sono le tre colonne visibili all’interno del giardino.

Anfiteatro Romano

L’opera fu edificata tra il I e il III secolo D.C., è una delle opere più imponenti della Roma Imperiale sull’isola. Riportato alla luce nel 1839 dallo scavo del duca di Serradifalco, è sicuramente la più importante testimonianza di epoca romana nella provincia di Siracusa.

Ara di Ierone II

E’ una grande opera monumentale risalente al V sec. A.C.. E’ un sito archeologico di grande interesse. Rimane ben poco della struttura originaria in quanto, sotto la dominazione spagnola, la maggior parte dei blocchi che la componevano furono asportati per la costruzione di strutture militari.