Teatro Andromeda, opera d’arte di un pastore

teatro andromeda

Teatro Andromeda

Santo Stefano Quisquina è un piccolo borgo medievale incastonato nella magnifica cornice naturale dei Monti Sicani. L’abbraccio fra la Natura madre e l’operato umano rendono questo paesino una pietra miliare della provincia Agrigentina.
E’ proprio qui che mistico e realtà sembrano mescolarsi nella storia di Lorenzo Reina.

Nato nel 1960, diventa pastore secondo il volere del padre. La curiosità e l’estro non vengono soppiantati dalla vita umile: insieme a pecore e cani fra i pascoli agrigentini, continua gli studi di filosofia, astronomia, scienza, arte e storia da autodidatta.
Le abitudini degli animali lo incuriosiscono e ben presto si rende conto che, come se fossero attratti da una forza ancestrale, al calar del sole, questi rimangono incantati dai colori lucenti che si riflettono su una terrazza naturale nei pressi di Contrada della Rocca.

La natura diventa arte offrendo allo sguardo del pastore le suggestive immagini della vallata agrigentina e del mare siciliano.
Quì, pietra dopo pietra, Lorenzo Reina dona all’umanità una delle più suggestive opere artistiche e architettoniche degli ultimi secoli: il Teatro di Andromeda.
Un Cristo su un ulivo, una pietà, un corpo esanime, maschere e grandi teste scolpite, come in un museo a cielo aperto, decorano un ripido sentiero che conduce verso un’imponente corona muraria. Al suo interno, centootto cubi disseminati nella platea seguono un ordine che riprende il posizionamento delle stelle della Costellazione di Andromeda.

Per la sua imponente bellezza, il progetto architettonico viene preso in oggetto dalla XVIa edizione della Biennale di Architettura di Venezia, donando lustro e riconoscimento all’umile pastore, privo di titoli di studio.
Poter partecipare alle rappresentazioni teatrali può considerarsi un vero privilegio ma, anche solo un tramonto in questa atmosfera magica, appaga le aspettative del visitatore.
L’opera visionaria di Reina rappresenta un’esperienza sensoriale, il confine tra realtà terrena e metafisico.

mappa

Martina Spampinato

Isola dei Conigli

E’ un isolotto che si trova nell’arcipelago delle isole Pelagie, tra i comuni di Lampedusa e Linosa nella provincia di Agrigento. L’ isola dei Conigli, col passere del tempo, è diventata una grossa meta turistica; questo perché da molti è considerata una delle spiagge più belle del mondo. E’ sicuramente una delle tappe da considerare se si visita la Sicilia.

Valle dei Templi

La Valle dei Templi si trova nella provincia di Agrigento, è un sito archeologico molto importante. Infatti, in questo sito, sono presenti ben 12 templi dorici risalenti alla dominazione dei Greci in Sicilia ( VIII-III sec. A.C.). I templi si trovano in un ottimo stato di conservazione e questo fa della Valle dei Templi una delle più grandi bellezze della Sicilia.